Dopo le colonne d'Ercole

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 17.759 follower

Seguimi su Twitter

Avere 34 anni – oggi è il mio compleanno

Luce, movimento, calore, fame, amore, sofferenza, lacrime, sollievo, abbracci, baci, scoperte, altri sapori e odori, movimento, passi, corsa, cadute, baci, salti, giochi, nozioni, parole, tante parole. Rabbia, dubbi, ribellione.

Leggere, scrivere, studiare, imparare. Altri dubbi. Imparare come una spugna. Lacrime e sorrisi, tanti sorrisi. Politica, esperienze, viaggi, panorami, emozioni, musica, balli, confusione, innamoramenti, stimoli. (altro…)

Che cos’è l’essere umano senza passioni, senza sogno, senza ideali?

Molto spesso, ultimamente, mi sono chiesto se la mia indole a vivere le cose più di cuore che di testa (o, più scientificamente con l’amigdala, più che con la corteccia) sia un limite. So che non lo è in assoluto, ma forse lo è oggi, in una città dinamica come Milano.

Mi chiedo se i rapporti umani, il credere in qualcosa di più alto (e non parlo di dio), l’affezionarsi a un’idea, il farsi guidare nelle scelte di ogni giorno da quel qualcosa che provi sia in realtà un punto a sfavore. Sarebbe forse meglio puntare su se stesso, con un pizzico di individualismo e cercare solo di ottenere “l”ottimo” (inteso nell’accezione macroecomica). (altro…)

Questioni (di) meridionali

Sud?
Sudi per vivere, vivi per quello che rappresenti, senti l’odore del mare e della terra bagnata, bagni e spiaggia, pioggia breve che dura poco, poca scelta di carriera, corriera se vuoi muoverti e non hai l’auto, autocommiserazione della popolazione, azione si pronuncia “azzione” con la vocale aperta, apertura degli spazi, pazienza e attesa di qualcosa che non arriva, la riva e le dune, qualcheduno che ti vuole bene, bene o male si mangia con pochi soldi, soldati o operai i figli e mariti delle donne, danni ai beni pubblici e al demanio, il demonio delle mafie e di alcuni politici, tipici i profumi e gli odori, ori e argenti nei musei, musi truci, cruci sobbra li chiesi, chiesi a mia madre “posso andare al… (altro…)

Un abbraccio infinito

Non ti ho mai scritto. Non so perché. Eppure sono lontano da anni.

Sì, lo so. Adesso è tardi.

Però in questo ultimo anno ho provato una somma di sentimenti e di sensazioni che, per come sono fatto, non posso lasciare nel cuore. Li devo mettere per iscritto da qualche parte. (altro…)

Immigrazione: l’Europa piccola piccola e la soluzione che non c’è

Prima c’è il deserto, poi la Libia con le tribù in guerra, poi Tripoli e i trafficanti, poi il mare, poi Lampedusa, poi l’Italia da attraversare, poi Ventimiglia, poi tutta la Francia, poi Calais e quindi la Manica. (altro…)

Perché vivere in Italia? Ecco quattro motivi (che ve la faranno amare)

Quante volte avete condiviso su Facebook o Twitter un grafico in cui il nostro Paese compare come “fanalino di coda”? Vi siete mai lamentati con frasi tipo: “Ma dai, siamo addirittura sotto al Burkina Faso e all’Armenia!”. Io sì, centinaia di volte.
Viaggiando all’estero vi siete dovuti sorbire i soliti stereotipi italici? “Mafiozo”, “pizza & mandolino”, “Bunga-bunga”, “mangia-spachetti”… adesso basta! Concentriamoci su quattro motivi che ci rendono speciali.

(altro…)

Notte prima degli esami: caro maturando ti scrivo

Stanotte è la notte prima dell’orale di maturità.

Sono nel pieno delle mie ansie postadolescenziali. Ho chiuso i libri e mi sto rigirando nel letto. Ora ho freddo. Lenzuola. Ora ho caldo. Via le lenzuola.

Ce la farò? Sarò all’altezza? Che ne sarà di me? (altro…)

Automobili: in 15 anni dallo stereo con pile al tablet con mappe 3D

Quando ho compiuto 18 anni, ho conquistato la tanto agognata patente. Andavo molto bene al liceo ma i miei, per non viziarmi, pensarono bene di non regalarmi una macchina nuova. No, no. Non potevano viziare il figlio maggiore, altrimenti cosa avrebbero cominciato a chiedere i fratellini? (altro…)

Immigrazione: da Italiani brava gente a “affondino pure, mangime per pesci!”

Più ne muoiono e meglio è. Questi crepano ed io bevo felicemente un costoso vino per festeggiare!!!!!! Oleeeee

Così scrive Luca su Facebook, commentando l’ennesima tragedia del Mediterraneo.

Cosa ci è successo? Cosa siamo diventati? (altro…)

8 marzo: delle donne, della festa, dell’amore

La donna che vuole gli auguri, quella che se glieli fai ti guarda con pietà.

La donna che va a festeggiare in gruppo in pizzeria. La donna che dice “non è la mia festa“, (altro…)